Nocino

Antica tradizione nel territorio della Regione Emilia Romagna, la produzione del Liquore Nocino Villa Zarri segue una vecchia ricetta di famiglia e viene elaborato interamente a mano. I malli utilizzati provengono da noci coltivate biologicamente, raccolte, come tradizione vuole, il 24 Giugno, giorno di San Giovanni, quando il mallo ha raggiunto la sua maturazione, ma non ha ancora formato la parte legnosa.

A questo punto le noci vengono tagliate con grosse forbici in 4 spicchi e messe a macerare in alcol buongusto a 95 gradi con l’aggiunta di chiodi di garofano, stecche di cannella, zucchero e acqua.L’infuso rimane in macerazione per 60 giorni circa e, ogni giorno, viene rimescolato manualmente con un bastone di legno. Terminato il periodo di infusione il Nocino viene lasciato riposare per almeno un anno in un recipiente di acciaio, poi viene filtrato e imbottigliato.

NOTE DI DEGUSTAZIONE a cura di Paolo Lauciani (AIS Roma – Bibenda):
Colore testa di moro con nuance “terra di Siena”.
Al naso sprigiona un profluvio di cannella e chiodi di garofano, subito ampliati da intense sensazioni di mallo di noce e liquirizia dolce. In bocca esprime perfetto equilibrio tra carattere e morbidezza, racchiusi in un corpo agile e armonioso, ben siglato da un lungo finale speziato. Suggerimenti di degustazione: da consumare a fine pasto a temperatura di 18/20 gradi. D’estate è molto piacevole con alcuni cubetti di ghiaccio. Si abbina con frutta secca, cioccolato fondente, biscotteria secca e, in stagione, con le castagne arrostite.