Distillazione

Distillazione

Il Brandy Italiano Villa Zarri nasce dopo una lunga e scrupolosa sperimentazione pratica accompagnata da un’accurata ricerca scientifica volta ad ottenere il migliore distillato di vino italiano invecchiato.

Il primo e fondamentale elemento di un Brandy è il vino, anche se dobbiamo sottolineare che non tutti i tipi di vino sono vocati a divenire un buon distillato da invecchiamento. Il vino deve essere bianco, poco aromatico, di bassa gradazione alcolica, di buona acidità fissa, ben resistente all’ossidazione e non deve contenere alcun conservante quale l’anidride solforosa in quanto, durante il processo di distillazione, passerebbe in parte nell’acquavite.

Secondo la nostra esperienza, i vini più adatti a trasformarsi nelle migliori acquaviti da invecchiamento sono il trebbiano toscano ed il trebbiano romagnolo prodotti con uve degli omonimi vigneti coltivati in Toscana e in Romagna. Fondamentale poi è il processo di distillazione; quello da noi adottato è a metodo discontinuo a due passaggi, svolto con l’alambicco Charentais, interamente in rame.

Questo procedimento è molto lento, si effettua in due fasi ben distinte e permette di ottenere la migliore concentrazione possibile dei profumi e dei sapori più nobili e gradevoli del vino; contemporaneamente consente di eliminare al meglio quelle parti negative e pertanto indesiderate del distillato, le cosiddette teste e code. L’acquavite che esce dall’alambicco è incolore ed ha una gradazione alcolica di circa il 70%.